Sfratto Toscano: dolce sapore di Maremma

Con i primi freddi sta arrivando il momento di visitare la maremma, per vederla in tutto il suo splendore. Ma è tanta la tentazione di restare a casa, a sfornare torte e biscotti. Quale momento migliore per sprigionare in cucina i profumi della cucina maremmana?

Lo sfratto è un dolce squisito, tipico di Pitigliano e Sorano, che tra una sottile sfoglia racchiude un ricco ripieno di frutta secca e miele. Ciò che rende indimenticabile questo dolce non è solo il suo sapore, ma la sua storia. Il nome ricorda la cacciata degli ebrei dalle comunità, che venivano avvertiti con colpi di bastone alle porte. Per questo il dolce ha la caratteristica forma allungata.

La triste storia comunque non cancella un percorso di integrazione tra la cultura maremmana e quella ebraica, di cui rimane testimonianza in questi splendidi borghi e nelle impronte della tradizione culinaria, tanto che ancora oggi la bella Pitigliano è conosciuta nel mondo come la “Piccola Gerusalemme d’Italia” e onora la memoria con un presidio Slow Food dedicato proprio al goloso dolce. Se passi da quelle parti per una vacanza in maremma è doverosa una tappa per assaggiare questa bontà.

Ecco ingredienti che ti serviranno:

b&b-grosseto-provincia

Procedimento

Per prima cosa si parte con la sfoglia:

Unisci tutti gli ingredienti e lavorali fino ad ottenere una pasta compatta che dovrai far riposare per mezz’ora fuori dal frigo.

Durante questo tempo occupati del ripieno. Le noci vanno spezzettate e unite al composto di spezie e scorze. Scalda il miele a fuoco basso su un tegame, saranno sufficienti venti minuti, dopo i quali potrai aggiungere anche la frutta e lasciar cuocere altri dieci minuti.

Una volta terminata la cottura avrai ottuenuto il ripieno per sei sfratti. Dividi il ripieno in sei parti uguali e lavoralo formando dei serpentelli spessi circa 4 centimetri e lunghi 25. Ungiti le mani per facilitare l’operazione!

A questo punto potrai riprendere la pasta e divedere anche questa in sei parti di forma rettangolare, al centro disponi il ripieno precedentemente lavorato e richiudi. Les jeux sont faits!

Tempo di cottura: circa 15 minuti a a 180° e altri 5 minuti a 200°.

Quando la storia ha questo sapore non resta che assaporarla intensamente.
 

Buon appetito!

ricettalike (1).jpg
Privacy Policy